archivio storico comunale


» english

Piazzale Re Astolfo, 1
c/o Palazzo Pio
41012 Carpi (Modena)
tel. 059 649959
fax 059 649976





PATRIMONIO

Le serie degli Atti, Deliberazioni e Carteggio amministrativo, conservate già a partire dal 1538, coprono i secoli di amministrazione civile della comunità durante la dominazione estense, francese, austro estense ed unitaria fino agli anni Cinquanta del ‘900, e sono una ricca fonte di studio per la storia sociale, economica, anagrafica e politico-amministrativa cittadina. Dell’epoca antecedente, si conservano gli Statuti del 1353 e 1447 e i Catasti censuario ed urbano (1448-1472). Nel corso del tempo, l’Archivio ha accolto depositi di enti soppressi (scolastici, Opere Pie), comizi agrari e consorzi (Acque e strade, bonifiche, canali e scoli), archivi di famiglie gentilizie (Pio di Savoia, Grillenzoni) e personalità politiche, professionali (Geometra Ferrari) e culturali carpigiane (Guaitoli, Spaggiari, Morselli). Grande importanza per la storia del territorio rivestono le mappe censuarie e catastali, conservate a partire dal Settecento, e gli archivi aggregati delle municipalità delle ville carpigiane (Novi, Rovereto, Cortile). Spunti di ricerca per la storia economica sono offerti dagli archivi della Campioneria del Censo e dell’Ufficio delle Imposte, che coprono gli anni dal 1760 al 1960, e per la storia dell’edilizia privata dalla serie completa delle concessioni edilizie. Di fondamentale importanza per lo studio della storia del Novecento, della Resistenza e della Shoah sono i fondi Miscellanea Fossoli e Brigata Aristide Tabacchi, mentre una ricca fonte per la storia culturale, economica e sociale è rappresentata dagli archivi della Direzione Teatrale, conservati nella loro integrità a partire dal 1861, e dell’USL 14. L’Archivio conserva infine il ricchissimo Archivio Notarile Mandamentale, che raccoglie gli atti dei notai carpigiani dal XIII secolo al 1935.


Ultimo aggiornamento: 18/01/2019